Comune di Civitanova Marche, Azienda Teatri di Civitanova e AMAT rinnovano nonostante la difficoltà del momento legata al Covid l’atteso appuntamento con Civitanova Danza dal 5 all’11 agosto. Per il festival dedicato al maestro Enrico Cecchetti – promosso con il sostegno di Regione Marche e MiBACT – si può parlare di una XXVII edizione di “resilienza” con un programma capace di rispondere ai traumi e alle difficoltà che hanno caratterizzato il vissuto di questi ultimi mesi. L’emergenza del Covid ha impedito la realizzazione del progetto artistico messo a punto nei mesi scorsi a causa delle limitazioni degli spostamenti internazionali che impediscono la mobilità delle compagnie di danza e del distanziamento in scena, elemento che difficilmente si coniuga con la prossimità fisica che caratterizza l’arte coreutica. Quindi, in linea con le scelte dei maggiori festival europei, i promotori di Civitanova Danza hanno deciso di rinviare il programma pensato per l’edizione 2020 al prossimo anno decidendo comunque di non privare la regione Marche del suo festival di danza che da 27 anni propone il meglio della scena internazionale. Nasce con queste premesse il festival 2020 che trova il suo filo rosso nella creatività declinata al femminile, scelta che intende ripartire proprio dalle caratteristiche fecondative del genere, presentando il lavoro di cinque importanti artiste – Silvia Gribaudi, Carolyn Carlson, Claudia Castellucci, Laura Gazzani e Monica Casadei -, sguardi diversi capaci di restituire in maniera articolata la fisionomia della danza oggi.